Chi sono

1385465_10202223828022989_962315597_n

Chi: Scrittrice da quando esistono le penne, blogger da quando esiste internet, lettrice da quando ho gli occhi. Per un breve periodo ho fatto teatro e  non ho imparato a suonare la chitarra. La mia adolescenza è stata tutta libri e allergie, musica e isolamento.

Ora: Come Murakami sfuggo alle autodefinizioni. Proviamo con: Insegnante saltuaria e precaria di italiano per stranieri, redattrice del giornale online di Ferrara Listone Mag http://www.listonemag.it/, studentessa tornata a studiare fuori tempo massimo.

Scrittura:Vincitrice del primo premio al concorso di scrittura creativa dell’associazione BOLOGNA-BRUXELLES (2013). Una volta ho scritto ad Augias e mi ha risposto. Il mio articolo sulla Generazione Valium è stato pubblicato sulla rivista letteraria Chichibio (2013).  I miei articoli sono su Listone Mag.

Bio:Sono nata nel 1983 a Venezia. Venezia è stata la città dello studio, dell’amore, degli stage e del lavoro. Mi sono laureata a Ca’ Foscari in Lingue, Storia e civiltà occidentali. Nel 2008 anche il Master in Didattica e promozione della lingua e cultura italiana a stranieri. Poi ho insegnato lingua e cultura italiana a stranieri all’Istituto Venezia. Cinque anni di lavoro bellissimo e precario.

Parlo tedesco, inglese e francese. Ho provato con cinese e olandese ma non c’è tempo, dice il coniglio bianco.

Il Blog:Questo blog è nato alle Zattere, nel 2009. E’ nato da una grande rottura, da un trauma scelto da me e necessario. Avevo solo preso tutta la mia vita e l’avevo cacciata in un bidone come un maglione sformato. La vita alle Zattere è stata dura: Venezia è un grande albergo che ti ospita ma poi chiede il conto. Da quel 2009 non mi sono più fermata cambiando otto case di cui sei negli ultimi tre anni in sei città diverse. Dalle palafitte  sono tornata sulla terraferma, ho fatto un passaggio in Toscana per poi liberare l’anima a Berlino. Ora vivo e sopravvivo a Ferrara.

What’s next?

Questa è la presentazione noiosa, andate a https://starlainvenice.wordpress.com/starla/

Foto di Rita Bertoncini

Annunci

19 pensieri su “Chi sono

  1. Navigando fra le onde del web mi sono piacevolmente incagliato in questo bel blog.
    Scrivo per passione con lo pseudonimo di Josè Pascal (figlio del fù Mattia Pascal e Ederì Buendìa discendente del grande colonnello Aureliano Buendía).
    Ti invito a visitare la mia scatola di latta ed eventualmente collaborare.

    Se ogni giorno vorrai una lettera mi invierai a inparolesemplici@gmail.com

    buona feste e a presto spero

  2. Pingback: 2010 in review « Palafitte_Starla's diary

  3. Allora… abbiamo un'”Alice” che ci accomuna, come penso anche l’essere spesso fuori posto, senza profonde radici… anche se io non ho abitato che due paesi vicini. Amo Venezia per la sua unicità, ma concordo che sembra costruita per essere guardata, non abitata…
    Non penso che morirò in un paese diverso da quello che abito, ma mai avere certezze!!!

    Sei una ragazza cattiva??
    Io ogni tanto mi riprometto di essere “cattivissima” e “armata”, ma faccio acqua da tutte le parti….
    Ciao 😉

    • Cattiva ragazza è da intendersi in un certo senso. Diciamo che spesso mi scambiano per una dolce ed educata fanciulla e non dico di non esserlo. Qualche volta. Per questo dico che la buona apparenza è l’arma di quella fantastiche donne che non si contrappongono tanto alle buone ragazze quanto alle brave ragazze. Colto la differenza?

      • Ehhh, mi pare di aver colto… brava sì, ma non sprovveduta, quindi vai con le buone apparenze, ma con occhio guardingo e “armato”.
        Anch’io lo vorrei, ma pecco fortemente pecco…

        Mi piacerebbe metterti fra i blog amici… posso? diventa più veloce raggiungerti… ciao

  4. Come si dice… lontano da dove?
    Comunque: Ferrara, Venezia, Berlino; Io, purtroppo, conosco solo Venezia. E neanche tanto bene.
    Ma forse si tratta di città che hanno qualcosa in comune, o sbaglio? Non so, mi viene da pensare all’assenza che è nello stesso tempo presenza: assenza di ciò che è banale, presenza di ciò che è essenziale se non fondamentale… ma che non interessa a molti, o a troppi.
    Ma allora anche tu hai qualcosa in comune con quelle tre città?
    Ciao.

    P.s.: quello che ho scritto sull’assenza-presenza è un po’ contraddittorio, ma se cercassi di spiegarlo complicherei molto di più tutto quanto.

    • Di comune non hanno nulla. Per certi versi Ferrara è l’anti Berlino. E Venezia è talmente unica che non regge nessun paragone (anche nel senso negativo). Il mio cuore è nato a Venezia ma non le appartengo, non sento per forza la necessità di vivere lì, tanto so che ovunque andrò me la porterò dietro, mentre Berlino mi appartiene e rappresenta una mancanza struggente e lacerante.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...